Principale Strategia Caso di studio: la gerarchia piatta di Valve non è per tutti

Caso di studio: la gerarchia piatta di Valve non è per tutti

Alcune persone sognano di lavorare in un luogo senza manager e con il pieno controllo dei loro progetti. Si chiama gerarchia piatta e lo stile di gestione sta prendendo piede tra le start-up.

Tuttavia, Jeri Ellsworth, un ex dipendente di Valve, la gigantesca società di software dietro Steam e il gioco di successo 'Half Life', ha imparato a proprie spese le gerarchie piatte. Per lei, non era tanto un sogno quanto 'una struttura pseudo-piatta', ha detto in un recente Podcast Zona Grigia .

'L'unica cosa che ho scoperto nel modo più duro è che in realtà c'è uno strato nascosto di una potente struttura di gestione nell'azienda e sembrava molto simile al liceo', ha detto. 'Ci sono ragazzi famosi che hanno acquisito potere nell'azienda, poi ci sono i creatori di guai che vogliono davvero fare la differenza'.



Ellsworth ha detto che ha avuto problemi a reclutare studenti per un gruppo di hardware. 'Intervistevamo persone di grande talento, ma sarebbero state respinte dai veterani di Valve in quanto non adatte alla cultura'. E mentre la struttura piatta 'ha funzionato alla grande per una manciata di persone', ha scoperto che i processi interni sono diventati più ingombranti una volta che i membri del team sono cresciuti a 300.

Senza manager che li tengono in riga, la produttività ne risente e anche la comunicazione si interrompe. Di conseguenza, molti si sono dati da fare per progetti che non erano adatti tanto alle loro capacità quanto al loro interesse a guadagnare un bonus. 'Sono davvero, davvero amareggiato, perché mi hanno promesso il mondo e poi mi hanno pugnalato alle spalle', ha detto Ellsworth dei suoi ex colleghi.